5 modi per trasformare una vecchia casa in un’abitazione ecosostenibile

A causa del riscaldamento globale, nel mondo in cui viviamo ognuno di noi deve fare la propria parte nell’attenzione verso la limitazione di sprechi e inquinamento a partire dalle piccole azioni quotidiane.

Il cambiamento sta nei nostri atteggiamenti ma anche nelle strutture in cui viviamo. Per questo trasformare la tua vecchia casa in un’abitazione ecosostenibile può davvero fare la differenza, per il tuo benessere, l’ambiente e anche il portafoglio (non sempre trovare compagnie luce e gas convenienti è sufficiente, senza un intervento più strutturato alla base).

Scopri in questo articolo 5 modi per modificare la tua casa rendendola innovativa, tecnologica e green.

Trasformare tetto e pareti in modo ecosostenibile

La prima cosa da ristrutturare in una vecchia casa sono il tetto e le pareti. Entrambi se costruiti in modo obsoleto causano una forte dispersione del calore, contribuendo al continuo innalzamento del riscaldamento, spreco e inquinamento atmosferico.

Per restaurare questi assi portanti della tua vecchia casa in modo green, dovresti utilizzare materiali che siano organici e naturali come per esempio il legno o il cotto. In questo modo sarà possibile diminuire il più possibile la dispersione del calore e il consumo di energia.

Negli ultimi anni si stanno diffondendo inoltre innovazioni eco-friendly per tetti e pareti, ricoprendoli totalmente di erba e piante. Sicuramente questa restaurazione è diventata una moda, ma ha prima di tutto l’obiettivo di rendere più salutare l’aria sia per l’ambiente, diminuendo lo smog, che per la respirazione benefica di chi ci abita.

Un altro intervento di bioedilizia per restaurare questa parte della casa è il posizionamento di prefabbricati in legno che vengono trasportati e assemblati (maggiori info su rubner.com). Questa soluzione è sicuramente economica ma completa di ogni agio e permette un isolamento termico in grado di rispettare l’ambiente.

Porte, finestre e pavimenti: come renderli eco-friendly?

Dopo aver restaurato e reso ecosostenibile tetto e pareti, bisogna passare a infissi e pavimentazione. Per evitare sprechi e dispersione di energia, ti consigliamo infissi in alluminio che permettono un risparmio notevole per quanto riguarda il consumo. Inoltre l’alluminio è un materiale che potrà essere riciclato dopo il suo uso.

Per quanto riguarda il pavimento invece, preferire un parquet in legno sarà una soluzione ecocompatibile: infatti il legno trattiene il calore durante l’inverno e rende la temperatura stabile durante l’estate. Le novità delle soluzioni eco-friendly per quanto riguardano il pavimento sono ad esempio la produzione di pavimento in bambù o in sughero che, accanto alle caratteristiche del legno, sono anche anallergici e impermeabili.

Quali prodotti tecnologici installare per rendere una casa ecosostenibile?

Per produrre energia in modo ecosostenibile è possibile installare i pannelli solari nell’edificio. Questo permetterà un’autonomia di produzione dell’energia tramite il calore del sole.

Un altro consiglio da seguire è quello di acquistare elettrodomestici che siano di una classe energetica A e quindi con un impatto ambientale minore rispetto agli altri.

Installare una tecnologia domotica infine permette di mantenere sotto controllo l’attività dei dispositivi elettronici, monitorando in questo modo anche i consumi.

Come riciclare l’acqua piovana e riutilizzarla

L’acqua è un elemento fondamentale per il nostro organismo e indispensabile per alcune attività. Purtroppo però la sua quantità non è infinita ed è per questo che dovremmo attuare delle abitudini per il suo risparmio e utilizzo senza sprechi. Anche in casa infatti si potranno installare degli impianti di riciclo dell’acqua che, tramite l’uso di cisterne, permetteranno di raccogliere l’acqua che viene scartato da lavandino, lavatrice e doccia. L’acqua verrà filtrata e sarà utilizzabile per alcune attività come l’irrigazione del giardino oppure per lo scarico del water.

L’arredamento eco-friendly

Dopo aver restaurato in modo ecologico la struttura della casa, aver acquistato strumenti tecnologici a basso consumo e installato meccanismi di riciclo dell’acqua, ci sono delle accortezze da realizzare nell’arredamento. Infatti, creare una zona verde nella propria abitazione o un piccolo orto sul balcone sono atteggiamenti ecosostenibili in grado di diminuire l’inquinamento dentro casa. Inoltre essere circondati da piante diminuisce lo stress cittadino e purifica l’aria che respiri.

In definitiva ci sono moltissimi modi per trasformare la tua vecchia casa in un’abitazione ecosostenibile in grado di migliorare la tua salute e diminuire l’impatto ambientale dovuto all’inquinamento.