Auto elettriche e ibride: cosa sono gli ecoincentivi

Si fa un gran parlare di auto elettriche e ibride, tecnologie presentate come il futuro della mobilità. Lo scopo principale di queste tecnologie è quello di abbattere il più possibile le emissioni di gas inquinanti, trasformando il traffico e rendendolo meno nocivo per l’ambiente stesso, oltre che per la nostra salute.

Esistono offerte per auto elettriche e ibride? Decisamente sì. Parliamo degli ecoincentivi statali, nati proprio per spingere il più possibile all’acquisto di nuove auto sostenibili.

Perché queste auto sono considerate ecosostenibili? Cosa sono gli ecoincentivi?

Nei prossimi paragrafi tutte le risposte alle nostre domande.

Perché sono auto ecosostenibili?

Le auto elettriche e ibride nascono per abbattere le emissioni. Le comuni auto a carburante emettono gas dal tubo di scarico, derivanti dal processo di combustione del carburante stesso.

Le auto elettriche non usano carburante, ma solo energia elettrica, e sono prive di emissioni. Le auto ibride mescolano la tecnologia elettrica con un motore a carburante, diminuendo le emissioni e con la capacità di viaggiare anche solamente con il motore elettrico.

Da un lato diminuiscono le emissioni delle auto nel traffico, dall’altro il consumo di carburante fossile diminuisce, con una minore necessità di benzina o diesel.

Parlare di sostenibilità, nelle scelte individuali, passa necessariamente dal cambiare la propria idea di mobilità, abbracciando il mondo elettrico e ibrido.

Ecoincentivi: come acquistare una nuova auto elettrica o ibrida

Nascono così gli ecoincentivi, dei bonus con cui lo Stato interviene nel passaggio alla mobilità sostenibile. Questi ecoincentivi permettono di abbattere i costi delle auto elettriche e ibride, ottenendo degli aiuti non di poco conto.

Questi bonus possono farci rivalutare l’acquisto di un’auto elettrica, rendendo l’acquisto più vantaggioso rispetto a altri modelli con classica alimentazione con carburante fossile.

Di solito i consulenti nelle concessionarie sono ben informati per quanto riguarda gli incentivi presenti al momento, riuscendo a consigliare su come muoversi per richiederli.

Il consiglio è quello di informarsi anche attraverso la rete, sia sugli incentivi erogati su base nazionale, sia sulla presenza di eventuali incentivi regionali.

Quanto è il valore di questo incentivi? Dipendono da diversi fattori, ma con la rottamazione del proprio vecchio veicolo si può arrivare a circa 10.000 euro di bonus, un risultato davvero notevole.

Perché scegliere un’auto elettrica o ibrida

Chiudiamo questo articolo con un excursus sul segmento elettrico e ibrido. Nel precedente paragrafo abbiamo mostrato come, utilizzando gli ecoincentivi, queste auto possano essere una scelta vantaggiosa per chi punta al mercato delle auto nuove.

Una volta acquistata l’auto, quali sono i reali vantaggi, oltre al crollo delle nostre emissioni individuali?

Scegliere elettrico o ibrido si trasforma in un vantaggio non solo per la sostenibilità ambientale, ma anche per i nostri consumi. L’utilizzo di un motore elettrico, sia puro che ibrido, diminuisce i nostri consumi, con un conseguente risparmio sul lungo periodo.

Le auto ibride alternano carburante e elettrico, favorendo le prestazioni e diminuendo gli sprechi, rendendo meno frequente il rifornimento di benzina.

Le auto elettriche evitano qualsiasi tipo di rifornimento con carburante, e hanno ormai delle cariche elettriche che garantiscono almeno 300 chilometri di autonomia, abbastanza per una intera settimana di circolazione.

A oggi scegliere questo segmento significa gettare uno sguardo al futuro, con una convenienza che si presenta durante tutta la vita della nostra automobile.