Come curare il mal di denti senza farmaci

Un mal di denti può essere molto intenso, dovuto a molteplici cause non facili da diagnosticare e anche in alcuni casi portare a una condizione grave, che richiede una visita urgente dal dentista.

Quando si presenta all’improvviso e non è possibile andare subito dal dentista, è consigliabile conoscere alcune misure di base su cosa è conveniente ma anche cosa non fare in questi casi.

Non risolveranno il problema fino a quando lo specialista non interverrà in merito, ma aiuteranno a mitigare il disagio fino al momento della visita.

Dentalpharma descrive i principali rimedi naturali per il mal di denti in un articolo molto esauriente, ma semplice, dando consigli molto utili, così come farebbe nostra nonna.

Anche noi vogliamo soffermarci sulle migliori soluzioni per il mal di denti, ma allo stesso vogliamo sfatare miti e credenze, che più che far bene alla nostra salute orale, possono creare disagi e danni, a volte permanenti.

Soluzioni utili e consigli

La causa più comune è solitamente un’infezione dentale, ma ci sono altri motivi: incrinatura dello smalto e pressione eccessiva sul dente dovuta allo sfregamento dei denti (come il bruxismo) sono alcuni esempi.

Ci sono alcuni passaggi “fatti in casa” che puoi eseguire:

  • L’applicazione del freddo sull’area del viso dolorante agisce come un anestetico locale. Puoi mettere del ghiaccio avvolto in una garza (non metterlo mai direttamente sulla pelle) sulla guancia sofferente o applicare impacchi freddi sulla zona.
  • I collutori fai da te con sale e acqua tiepida più volte al giorno possono essere efficaci per alleviare anche il dolore (devi solo risciacquare e gettare via la miscela).
  • Pulire eventuali residui di cibo sul dente interessato con il filo interdentale diminuisce la pressione e questo può anche alleviare un po’.
  • Esistono antisettici e spray anestetici, come il Lenident, che calmano temporaneamente il fastidio, sebbene non curino né possano essere utilizzati per molti giorni. Sono semplicemente rimedi specifici fino all’arrivo della valutazione medica.

Calmare il dolore è l’obbiettivo principale: quindi, se dopo aver sperimentato i suggerimenti che abbiamo menzionato poco fa il dolore non migliora, e decidi di prendere una dose di paracetamolo di tipo analgesico e / o antinfiammatori come ibuprofene o diclofenac, fallo pure, solo se non ci sono controindicazioni o allergie pregresse, dopodiché consulta subito il tuo dentista.

9 rimedi casalinghi che NON FUNZIONANO

Anche se hai “sentito” che funziona, cerca di evitare i seguenti “trucchi” per alleviare il dolore:

  • Evita di prendere l’acido acetilsalicilico. Se la gengiva è delicata e sanguina, il sanguinamento aumenterà.
  • Un’altra pratica diffusa è quella di mettere un frammento della pillola di questo farmaco sul dente per alleviare il dolore. Sbagliatissimo: questo può causare un’ustione chimica sui tessuti molli della bocca.
  • Non prendere neanche antibiotici. Sebbene possa essere presente un’infezione orale, non è sempre la ragione del dolore e potresti peggiorare la situazione piuttosto che migliorarla. Il dentista ti consiglierà l’antibiotico opportuno solo e necessario.
  • Non si devono mangiare cibi molto caldi o molto freddi, né quelli troppo duri, in modo che il dente non soffra più del dovuto. La dieta dovrebbe essere basata su prodotti caldo/tiepidi e di consistenza morbida.
  • Lo zucchero peggiora il dolore, il che significa che i dolci non sono raccomandati per il mal di denti.
  • Mettere il ghiaccio direttamente sul dente non farà che aggravare la situazione già precaria. È come se stessi masticando qualcosa di freddo: questo causerà ancora più dolore.
  • Non fumare. Aumenta l’infiammazione e, durante la suzione, aumenta il fastidio.
  • I collutori con alcool non dovrebbero essere utilizzati. Si, è vero, alleviano il dolore all’istante, ma a lungo andare possono danneggiare le gengive.
  • Stare sdraiati sul lato dolorante accresce la pressione su di esso e, di conseguenza, il male aumenta.

Evitare i problemi dentali non significa risolverli

Solo perché non ti senti particolarmente male non significa che il problema sia stato risolto.

Sicuramente tornerà, e probabilmente tornerà con un’intensità maggiore, il che significa che dovrai comunque visitare il dentista.

Mantenere una bocca pulita e sana è essenziale per prevenire problemi di questo tipo.

Rendiamoci promotori di un’igiene quotidiana puntuale: attraverso una corretta spazzolatura, l’uso del filo interdentale, degli scovolini interdentali per rimuovere il cibo che rimane tra i denti e di collutori specifici da assumere dopo i pasti.

A tutto ciò aggiungiamo la visita periodica dal dentista, almeno una volta all’anno, per rilevare eventuali altri problemi che possono richiedere tempo per essere risolti e che devono essere affrontati con tempestività.