Come scegliere l’arredamento etnico senza errori

L’arredamento in stile etnico racchiude una serie di complementi provenienti da continenti lontani come Africa, Oriente o America Latina.

Ognuno è caratterizzato da illustrazioni e colori tipici: per esempio in quello africano prevalgono i colori della terra, mentre lo stile orientale e sudamericano sono un autentico tripudio di colori.

La nascita dell’arredamento etnico

L’arredamento etnico è nato per soddisfare i gusti e le esigenze dei viaggiatori, ma oggi appassiona un numero sempre più grande di estimatori, in quanto capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di ambiente e di regalare un’atmosfera raccolta.

Complementi d’arredo etnico

Esistono numerosi complementi d’arredo etnico come tappeti, quadri, cuscini, soprammobili e via discorrendo.
Essi possono essere reperiti nei negozi specializzati, nei mercatini oppure durante i proprio viaggi in giro per il mondo.
In quest’ultimo caso i prezzi saranno decisamente più bassi, in quanto consentono di evitare le spese d’importazione.
Inoltre si darà un notevole contributo al sostentamento degli artigiani locali.

Arredamento etnico e materiali

Nell’arredamento in stile etnico, i materiali predominanti sono le fibre naturali come lino e cotone, la pelle, il bambù, il rattan e l’immancabile legno. Essi possono essere utilizzati per produrre complementi, mobili e addirittura pavimenti.

Il pavimento in bambù è infatti particolarmente apprezzato non solo per la sua naturale bellezza, ma anche per l’elevata resistenza ai graffi e ai liquidi.

Arredamento etnico camera da letto

La camera da letto in stile etnico è caratterizzata da tinte accese come l’arancio e il rosso che richiamano immediatamente i colori del tramonti africani o giapponesi.
Il letto può essere a baldacchino o, se si hanno gusti più essenziali, modello futon.

Arredamento etnico cucina

Una cucina in stile etnico fa subito pensare ai sukh, ossia i mercati mediorientali dove è possibile acquistare spezie e cibi locali. In questo locale non devono mai mancare le teiere di metallo e la tajine, la tipica pentola dalla forma piramidale per cucinare il cous cous.

Visto che è spesso riccamente decorata, può diventare anche un bellissimo centro tavola.

Stile etnico per il soggiorno

In un soggiorno in stile etnico farà da padrone un ampio e comodo divano, il quale sarà pronto ad accogliere numerosi ospiti. I tappeti persiani, le sculture in legno e i quadri avranno invece il compito di rendere l’atmosfera più intima. Per un ulteriore relax si consiglia di bruciare un incenso.

Per arredare la propria casa il stile etnico, al fine di evitare un effetto pacchiano, si consiglia di iniziare con l’aggiunta di pochi pezzi alla volta, in modo da integrarli con i mobili già presenti in casa.

Qualora fosse invece necessario sostituirli, è bene chiedere il parere ad un professionista esperto, che con il suo occhio allenato riuscirà ad individuare i punti forti dell’ambiente e farà dunque evitare errori grossolani.