Fossa organica imhoff cos’è e come funziona

La fossa organica imhoff viene generalmente utilizzata come impianto di trattamento primario per acque reflue domestiche e / o simili, in sistemi di trattamento di piccole o medie dimensioni. La funzione principale della fossa imhoff è quella di separare le materie prime e di effettuare una prima fase di depurazione delle acque nere proveniente da servizi igienici di edifici domestici.

La fossa biologica di Imhoff è costituita da un serbatoio conico superiore in cui sono depositati i sedimenti e dal primo chiarimento dell’effluente che, attraverso l’apertura sul fondo, si riversa nel serbatoio sottostante dove avviene la digestione anaerobica.

Nel serbatoio  i batteri assorbono e digeriscono la parte organica delle acque reflue e consentono l’eliminazione del liquido parzialmente purificato. Il trattamento delle acque reflue nere provenienti dai servizi pubblici e trattato dai bacini di Imhoff consente di preservare i requisiti di igiene senza creare costose e complicate opere di depurazione.
La fossa settica imhoff offre il vantaggio di avere in uno scompartimento i compartimenti destinati rispettivamente alla sedimentazione primaria e alla digestione dei fanghi.

Le fosse biologiche di Imhoff possono essere costruite in cemento, plastica o fibra di vetro e devono essere dimensionate in base al numero di abitanti della casa. Per la completa purificazione delle acque reflue, dopo l’imhoff, devono essere installati adeguati trattamenti secondari, come, ad esempio, sistemi di fitodepurazione, filtri di percolazione aerobici e filtri di deflusso anaerobici, impianti di trattamento fanghi attivi. Questi metodi di depurazione delle acque reflue, oltre a consentire l’eliminazione degli effluenti, garantiscono un’ulteriore riduzione del carico organico grazie alla capacità di depurazione (meccanica, chimica e biologica) degli impianti di trattamento o alla consegna finale (terra, acque superficiali, ambiente lacustre, ecc.).

Qualsiasi fossa settica imhoff deve essere soggetta a manutenzione periodica consistente nello svuotamento e nella pulizia. Questo compito è affidato a società specializzate che autorizzano il trasporto di rifiuti domestici e il suo trasferimento a depuratori pubblici e / o discariche. I pozzi biologici Imhoff possono far parte dei servizi di comproprietà e il costo della loro manutenzione è condiviso tra coloro che li utilizzano in conformità con i criteri stabiliti dalla legge o dai regolamenti di comproprietà.

La fossa settica imhoff dovrebbe essere generalmente installata il più vicino possibile ai punti di erogazione delle acque nere. Ciò garantirà che i tubi del sistema fognario pubblico o del depuratore siano sempre tenuti puliti e non ostruiti dagli inquinanti contenuti nelle acque reflue. Inoltre, in presenza di difficoltà di drenaggio, dopo i pozzi biologici imhoff, avremo bisogno di pendenze minime per consentire alle acque reflue ora prive di gran parte della parte solida senza dover installare sistemi di sollevamento.

È sempre consigliabile dimensionare la fossa settica imhoff con almeno 0,25 mc totali, anche se la legislazione in vigore prevede un minimo di 0,04 mc per il compartimento di sedimentazione e un minimo di 0,10 per il compartimento di digestione e uso materiali che rimangono impermeabili nel tempo (polietilene ad alta densità, fibra di vetro e / o calcestruzzo impermeabilizzato) per evitare fenomeni di infiltrazione vicino alle fondamenta dell’alloggiamento. Va ricordato che l’acqua piovana non deve assolutamente essere indirizzata verso la fossa  imhoff.

La fossa settica imhoff diventa particolarmente utile per gli utenti con scarichi divisi (acque nere – acque grigie) di tipo domestico e / o simile, di piccole e medie dimensioni che si aprono fuori dalla rete fognaria, perché la particolare conformazione interna consente di decantare. contenuto di sedimenti appropriato presente nell’acqua nera. Si consiglia quindi di non consentire all’acqua grigia di fluire anche verso lo sgrassatore, all’interno del cono di sedimentazione del pozzo di imhoff, poiché potrebbe verificarsi una congestione interna e impedire un flusso regolare di acqua e causare ostruzioni che bloccano lo scarico.