Gatti: mai senza antiparassitari!

Chiunque abbia come amico un felino domestico sa bene che ci sono rischi da non sottovalutare riguardo al bene più prezioso che lo riguarda: la sua salute. Tra i pericoli da evitare, i parassiti rappresentano un problema che può diventare insidioso, per questo gli antiparassitari per gatti sono tra gli acquisti fondamentali di ogni padrone responsabile. Conosciamo meglio questi prodotti.

Antiparassitari per gatti: cosa combattono

Il prodotto ideale nella categoria degli antiparassitari per gatti sarà quello in grado di annientare eventuali parassiti già esistenti sul corpo dell’animale, nonché di impedire la loro (ri)comparsa per lungo tempo. Oggi è possibile trovare formule ad azione doppia che vanno ad agire, oltre che direttamente sull’animale stesso, anche sull’ambiente circostante.

Questi prodotti proteggono la casa dalle nuove aggressioni parassitarie e ne evitano la proliferazione incontrollata. Anche l’ambiente umano può e deve essere al sicuro. Avvalendosi di principi attivi insetticidi, quali ad esempio il Fipronil o lo (S)-methoprene, gli antiparassitari per gatti combattono pulci – anche nella forma di uova e larve -, zecche, pidocchi e acari.

Si tratta di parassiti tenaci la cui presenza va oltre il fastidio, i pruriti e le irritazioni epidermiche nei nostri amici a quattro zampe. Questi ospiti indesiderati possono provocare malattie davvero serie, quali l’anemia (specialmente in gatti di giovane età). È meglio eliminarli al più presto.

Antiparassitari per gatti: come funzionano

Le due migliori famiglie di prodotti ad applicazione topica disponibili in commercio sono quelle a pipetta e quelle spray. Le pipette, in numero variabile per confezione (singola oppure da 3, 4 o 6), si aprono in verticale e il contenuto va spremuto tra le scapole dell’animale e alla base della testa.

Occorre aver cura di non limitarsi solo al pelo, bisogna anche raggiungere la cute. Questo metodo, detto “spot-on“, fa sì che il prodotto si diffonda in modo appropriato. Si addice ai gattini dalle 8 settimane di vita in poi.

Gli antiparassitari per gatti spray si adoperano nei casi in cui i felini siano già infestati. Un loro vantaggio consiste nell’essere ben tollerati persino dai cuccioli al secondo giorno di vita. I flaconi spray esistono in formato 100ml, 250ml e 500ml.

Entrambi i tipi di prodotto possono somministrarsi anche a esemplari di femmine gravide o in fase di allattamento. Generalmente, l’effetto protettivo dura dalle 2 alle 4 settimane, dopodiché è necessario ripetere il trattamento.

Questo vale per tutte le stagioni, compreso l’inverno in cui si crede erroneamente che gli attacchi dei parassiti siano di minore entità. In caso di animale già colpito dai malevoli insetti, potrebbero volerci fino a 3 mesi per debellare completamente il problema. È bene agire in fretta.

Come si vede, la prevenzione è la miglior forma di lotta contro nemici spesso invisibili ma che possono mettere a dura prova la vita degli animali.

Avvertenze

All’inizio della propria convivenza con un gatto è sempre opportuno fare una chiacchierata con un veterinario per farsi consigliare i migliori prodotti per la sua cura. Ciò detto, è comunque bene sapere che gli antiparassitari per gatti, pur essendo medicinali veterinari, sono liberamente acquistabili nei negozi. Nel dubbio, affidarsi a marchi noti e affidabili è sempre una scelta saggia.

Prima della somministrazione si raccomanda anche di leggere attentamente le indicazioni riportate sulla confezione. Appuntarsi sul calendario le date dei trattamenti renderà la protezione e la cura del proprio amico felino ancora più semplici.