Irrigazioni da giardino, qual è la più adatta?

Chi, finalmente, ha trovato lo spazio per creare un giardino, con tutta probabilità si starà facendo una serie di domande riguardo al modo migliore per prendersene cura, a partire dall’irrigazione da giardino, quindi quale scegliere a seconda delle proprie esigenze, fino a quali possano essere le piante più adatte in base allo spazio a disposizione e allo stile che si vuole dare al proprio angolo verde. Qui vediamo quali sono i vari tipi di irrigazione e quale scegliere.

Irrigazione da giardino, le tipologie

I sistemi di irrigazione, o irrigui, sono le modalità mediante la quale l’acqua viene distribuita nel terreno. Ce ne sono di diverse tipologie e ciascuna ha delle particolari caratteristiche che devono essere considerate a seconda di ciò che si dovrà irrigare.

Irrigare un giardino non è come irrigare un orto o un campo di calcio, per cui vediamo quali sono queste tipologie e come scegliere quella più adatta alle nostre esigenze.   

Una delle tecniche di irrigazione più utilizzate è quella che viene chiamata umettante. In questo tipo di irrigazione il terreno viene inumidito, da qui il nome della tecnica. Normalmente è molto utilizzata dove vi sono climi molto aridi e dove l’apporto d’acqua non deve scarseggiare. In sunto, non è adatta per tutti i tipi di terreno e di clima, così come non lo è per tutti i manti erbosi.

L’irrigazione per scorrimento, invece, è un tipo di irrigazione che ha diversi vantaggi. L’acqua scorre per tutta la durata dell’adacquatura ed è utilissima nel caso di prati e coltivazioni erbose. Per il giardino, soprattutto per prati all’inglese e simili, è particolarmente adatta.

Il vantaggio principale è che si tratta di un metodo di irrigazione molto semplice e il suo alloggiamento non richiede grosse spese. Tuttavia, va tenuto in considerazione il fatto che si consumerà molta acqua.

L’irrigazione a sommersione, che consiste nel sommergere la coltura da irrigare, è adatta a colture come le risaie, ma di sicuro non è proponibile per il giardino, quindi a grandi linee si tratta di un’opzione da non prendere in considerazione.

Un altro metodo che può essere utilizzato per il giardino, invece, è quello per aspersione. In questo caso l’acqua viene erogata in modo tale da simulare una pioggia grazie a irrigatori di media e lunga gittata. A seconda della pressione utilizzata, si può avere un’irrigazione nebulizzata, perfetta per i giardini con piante tropicali, dato che ha un effetto climatizzante.

Questo tipo di irrigazione, però, è sconsigliata nelle zone eccessivamente ventose, quindi, a meno che il giardino non sia ben riparato, bisogna mettere in conto che il sistema potrebbe perdere di efficacia dato che il vento potrebbe condizionare la traiettoria degli irrigatori. Ovviando a questo problema, si tratta senza dubbio di un sistema di irrigazione da giardino assolutamente efficace e funzionale.

Il metodo di irrigazione a goccia è ideale per le serre, un po’ meno funzionale per il giardino, mentre per la frutticoltura sono assolutamente adatti dal momento che consentono una buona irrigazione e contengono i consumi.

Da prendere in considerazione è il sistema di irrigazione interrata o subirrigazione. Questo moderno sistema irriguo permette un elevato risparmio idrico e fornisce acqua anche in condizioni di elevata siccità.

Quanto si può spendere

I costi del sistema di irrigazione dipendono da molteplici fattori, primo tra tutti il sistema di irrigazione stesso. In secondo luogo vanno considerate le dimensioni del giardino in cui si dovrà installare l’impianto.

Per avere un’idea del budget necessario, però, si dovrà valutare non solo il costo secco dell’acquisto dell’impianto, che delle volte è davvero irrisorio, ma anche quello della sua installazione. Certamente, se si è pratici col fai da te, si può risparmiare su tali costi, tuttavia, a seconda dell’impianto scelto, è preferibile lasciar fare a un professionista.

Prima di procedere all’acquisto, e vale come consiglio finale, è bene chiedere un preventivo portando con sé le misure del giardino e le specificità del terreno.